Menu

DISABILITY PRIDE ITALIA

1%
Tempo rimasto
36
giorni rimasti
  • Donati

    €15.00

  • Obiettivo

    €2.000.00

  • Donatori

    2

Visibilità: per far conoscere con lo spirito di una vera e propria parata allegra e dirompente, i diritti e le possibilità nella cura e nella riabilitazione. Partecipazione: per ribaltare e scardinare insieme il concetto comune del vivere la disabilità nel nostro Paese. Inclusione: per stimolare sinergie costruttive al fine di promuovere l’affermazione dell’autonomia e dell’autodeterminazione della persona con disabilità. Sono questi i motivi cardine che caratterizzano il Disability Pride Italia, la più importante manifestazione che il mondo della disabilità abbia mai organizzato in Italia. L’intera iniziativa è coordinata da Carmelo Comisi, presidente dell’associazione MoVIS Onlus e ideatore di questo Pride, che collabora per la realizzazione del Disability Pride Italia 2017 con importanti attivisti del mondo della disabilità e della tutela dei diritti civili, tra cui Giovanni Cupidi, Maximiliano Ulivieri, Angiola Rotella, Valentina Fasano, Pia Covre, docenti universitari come Alessandro Pepino, Marina Melone e Fabio Corbisiero, esperti del mondo dello spettacolo e della comunicazione quali Silvia Barone, Antonio De Carmine, Fulvio Iannucci ed Emiliano Ereddia.

Un’iniziativa che arriva da lontano, direttamente dagli Stati Uniti d’America, per celebrare e rivendicare, in un clima di festa, la piena integrazione delle persone disabili e che quest’anno approda, dopo il successo della scorsa edizione a Palermo, nella città di Napoli. Tre giorni (7-8-9 luglio) che vedranno il capoluogo partenopeo colorarsi di eventi, spettacoli, musica, dibatti e cultura: un ricco programma per offrire in modo non convenzionale opportuni suggerimenti e strumenti su come affrontare tematiche delicate e importanti tese al raggiungimento della piena integrazione delle persone disabili.

I lavori sono ancora in corso ma, per questa seconda edizione, il Disability Pride Italia sarà diviso in due momenti principali, accompagnati da iniziative come il Movie for Disability, il Jazz for Disability e il Food &Wine for Disability:

  1. La mattina e il pomeriggio dei giorni 7 e 8 luglio, presso il Castello del Maschio Angioino, si svolgeranno quattro conferenze per parlare di barriere architettoniche, sensoriali e culturali, di tecnologie a servizio della disabilità, di inserimento lavorativo per i disabili gravi e di vita indipendente
  2. La sera dei giorni 7, 8 e 9 luglio il lungomare Caracciolo si riempirà di luci, buona musica e spettacoli, creando un’importante rete di connessioni tra le diverse realtà presenti

Un progetto nato dal “basso” che entra a far parte della famiglia di Laboriusa con l’obiettivo di sostenere un nuovo modo di vivere e vedere la disabilità. Il budget della campagna è di 2.000 euro destinato a coprire le spese del service e del palcoscenico, cuore della manifestazione.

Il vostro contributo sarà fondamentale per accendere con orgoglio i riflettori sul troppo spesso dimenticato mondo della disabilità.

Chiunque voglia portare avanti il messaggio del Disability Pride Italia può realizzare il proprio personale appello utilizzando l’hashtag #nontinascondere, perché tutti siamo uguali, e la diversità, in fondo, sta solo negli occhi di chi guarda.

Ficarra e Picone, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta, Sergio Friscia, Cassandra Raffaele e altri ancora, credono e sostengono questo progetto, partecipa anche tu alla raccolta fondi, unisciti a noi.

L’iniziativa è visibile sul sito ufficiale www.disabilityprideitalia.org

Importo della donazione

Dona
  • Importo:
0 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.

  TOP